Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Penna in trasferta – Carlo Alberto Pazienza (Calciomercato.com): “Atalanta peggior avversario”

L’opinionista vicino alla squadra toscana identifica i nerazzurri come la rivale da evitare in questo momento della stagione e illustra le novità dell’Empoli dopo l’arrivo di Iachini

Empoli-Atalanta è in avvicinamento e, come di consueto, analizziamo la situazione in casa della formazione toscana con l’aiuto di Carlo Alberto Pazienza, corrispondente di calciomercato.com.

Innanzitutto, come sta l’Empoli?
“Si trova in un momento strano. Prima della sfida contro l’Udinese c’è stato questo cambio di allenatore che ha spiazzato un po’ tutti. Eravamo consapevoli del momento non positivo della squadra, ma Andreazzoli faceva bel gioco e aveva raccolto molti applausi e consensi, uscendo dal campo con meno di quello che avrebbe meritato. Di conseguenza la società ha preso questa decisione che da un lato è stata un fulmine a ciel sereno, ma dall’altro una scelta dettata da risultati che non arrivavano”.

Cosa sta cambiando con l’arrivo di Iachini?
“In pochi giorni arrivato questo clamoroso successo con l’Udinese al termine di una partita disputata con cinismo e sofferenza. Iachini sta trasformando l’Empoli nella classica squadra che si deve salvare. In queste due settimane ha lavorato con quasi tutto il gruppo che possiede maggiore autostima e fiducia dopo i tre punti presi nel match contro i friulani”.

Come approccerà la gara l’Empoli?
“In Toscana arriva un’Atalanta in grande spolvero. Sarà un match interessante per testare Iachini che in passato si è rivelato un maestro nel preparare queste partite. Mi aspetto un approccio molto simile alla sfida con l’Udinese: umile, aggressivo ma poco spavaldo. Anche perché un mese fa l’Atalanta poteva rappresentare un avversario alla portata, ora no. I nerazzurri vengono da quattro vittorie consecutive e fisicamente stanno bene. Per l’Empoli non è impossibile strappare anche solo un punto, ma dovrà saper attendere”.

Che Empoli troveremo?
“Iachini ha provato la difesa a tre, ma credo che contro l’Atalanta riproporrà la linea difensiva a quattro. Resta da definire se si schiererà con il 4-3-1-2, o con il 4-3-2-1, ma credo che quest’ultima opzione sia la più probabile con Caputo centravanti e Zajc e Krunic trequartisti”.

Che Atalanta si aspetta?
“Ho scritto che secondo me è l’avversario peggiore che può arrivare. Oltre al discorso salute e vittorie, non va dimenticato che i nerazzurri hanno top player come Zapata, Ilicic e Gomez, con il colombiano che deve ancora mostrare quello che sa fare. Arriverà molto aggressiva, ma sulle ali dell’entusiasmo potrebbe calare un po’ la concentrazione”.

Secondo lei può centrare un posto in Europa?
“Nulla è perduto perché sono vicinissimi. Sicuramente se dovesse riuscire a stabilizzarsi a livello di gioco e continuità di risultati, se la giocherà fino in fondo. Ma dovrà fare i conti con chi fra Milan, Lazio, Sampdoria e qualche altra squadra lotterà per gli ultimi posti disponibili”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche