Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Album dei ricordi – A caccia di quella vittoria che manca in A dal 2001

stefano lorenzi atalanta-juventus

Bilancio nettamente favorevole alla Juventus, uscita trionfante in 27 occasioni contro le 10 dell’Atalanta: l’ultima in Coppa Italia nel 2004

Definirla la bestia nera dell’Atalanta non sarebbe giusto. Per tradizione la Juventus è la squadra più vincente d’Italia e quindi anche la nostra amata Dea soffre ogniqualvolta deve affrontare la Vecchia Signora. Ahinoi il bilancio delle sfide Atalanta-Juventus è decisamente favorevole ai bianconeri: in 65 sfide disputate con fattore campo favorevole ai bergamaschi, la Juve si è imposta 27 volte contro le 10 nerazzurre e 28 pareggi; con 68 reti orobiche e 107 bianconere.

BOMBER. Purtroppo, ma com’era logico che fosse, nella classifica capocannonieri troviamo solo juventini in vetta. Apre Giampiero Boniperti con 9 reti e seguono Omar Sivori e Alessandro Del Piero con 6.

L’ULTIMA VITTORIA IN A. Per trovare l’ultimo grido di esultanza nella massima serie, dobbiamo andare indietro sino alla stagione 2000/2001. Sì, quasi vent’anni fa. Era la sera del 3 febbraio 2001 e successe tutto negli ultimi venti minuti. Un’autorete di Paganin porta in vantaggio la Juventus al 73’, ma due minuti più tardi Stefano Lorenzi, subentrato solamente un minuto prima a Massimo Carrera, ristabilì la parità (75’), prima del raddoppio di Nicola Ventola (82’) che confezionò il successo nerazzurro.

POI DUE SUCCESSI IN COPPA. Quello del 2001 non è però l’ultima affermazione nerazzurra. Dopo quella sfida, l’Atalanta si impose altre due volte in Coppa Italia. Nei quarti di ritorno del 2001/2002 la Dea vinse 2-1 (Vantaggio di Zalayeta al 10’, sorpasso con Rolando Bianchi al 72’ e Inacio Pià al 75’) e negli ottavi del 2004/2005 trionfò 2-0 con la doppietta di Andrea Lazzari

L’ULTIMA IN A. Si concluse in parità l’ultimo scontro nella massima serie e risalente al 1 ottobre 2017. Juventus avanti 2-0 dopo 24 minuti di gioco grazie al micidiale uno-due firmato da Federico Bernardeschi e Gonzalo Higuain, con rimonta nerazzurra iniziata con il tap-in di Mattia Caldara al 31’ e completata da un bel colpo di testa di Bryan Cristante al 67’.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche