Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Rigoni al passo d’addio. Dove volerà?

L’argentino verso l’esclusione-bis a Reggio Emilia dopo la mancata convocazione contro la Juventus.  In Europa può solo tornare allo Zenit, ma Cina e Usa…

Problema fisico, non s’è ancora capito quando, se prima o dopo la decisione fatale. Poco importa, perché l’indisponibilità di Emiliano Rigoni in occasione della partitissima dell’Atalanta di Santo Stefano contro la Juventus, come confermato in sala stampa da Gian Piero Gasperini, è legata proprio a una scelta dell’allenatore. “Non rientra nei piani tecnici”, ha sibilato l’interessato a margine del 2-2 che ha visto in panchina, a coprire le spalle del reparto offensivo titolare, anche il Primavera Lorenzo Peli.

SASSUOLO, LO SPARTIACQUE. Se come pare a tutti gli osservatori l’argentino in prestito dallo Zenit San Pietroburgo sarà escluso dalla lista anche contro il Sassuolo, la sua stagione nerazzurra rimarrà a metà. Nella sessione invernale, in Europa e negli altri campionato strutturati in modo simile come calendario, lo sbocco obbligato sarebbe il ritorno alla base russa. Ha già vestito due maglie, per via della metà gara disputata il 9 agosto a Minsk nei preliminari di Europa League. Ma esiste la scappatoia.

DALL’ALTRA PARTE DEL MONDO. In patria fino a fine annata non può rientrare, ma ci sono altri Paesi, in cui le competizioni nazionali non si dividono tra un anno e l’altro, che rappresentano possibili mercati a titolo temporaneo per El Rayo. Cina, India, Brasile e la Major League Soccer nordamericana, recente approdo del connazionale Gonzalo “El Pity” Martinez, trequartista appena trasferitosi dal River Plate all’Atlanta United. Proprio i Millonarios sarebbero sulle tracce dell’atalantino ripudiato, ma devono attendere che il 2018-2019 si concluda.

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News