Resta in contatto

News

Mancini: “Sappiamo che ci sarà da soffrire”

mancini italia

Il commissario tecnico dell’Italia ha parlato in conferenza stampa

Come di consueto, il commissario tecnico dell’Italia Roberto Mancini ha presentato Italia-Germania. Ecco le principali dichiarazioni riportate dal sito della FIGC.

SUL MOMENTO. “Contro l’Argentina abbiamo pagato la perdita di giocatori, gli infortuni ci hanno condizionato. Stavano meglio di noi, avevano giocatori più freschi e forse è la prima gara in tre anni e mezzo dove troviamo una squadra che ci ha messo sotto, anche se abbiamo commesso due errori sui gol nel primo tempo. Ci vuole tempo, non ci inventiamo i giocatori e sappiamo che ci sarà da soffrire”.

SUGLI AVVERSARI. “Sono le due squadre più forti del momento, hanno grandi giocatori e noi cambiando molto ci prendiamo tanti rischi. Sono partite che, dovessero andare bene a livello di gioco, potrebbero rappresentare un buon inizio. Dovremo difendere tutti insieme e attaccare e pressare. Lo abbiamo fatto per tre anni e mezzo con giocatori che non sembravano in grado di poterlo fare, eppure l’hanno fatto. Dobbiamo ripartire e tornare alla magia dell’Europeo”.

SUGLI ASSENTI. “Avevano bisogno di recuperare e non erano nelle condizioni di giocare quattro partite. Avrei creato loro anche dei problemi per settembre, hanno dato troppo in questi due anni e meritavano un po’ di recupero fisico”. 

SULL’ATTACCO. “Questo ci preoccupa. Nel calcio per vincere devi fare gol e devi trovare attaccanti che in questo momento in Italia non ci sono. Gli unici due sono Belotti e Immobile, e l’unico che ha fatto gol in Serie A è Scamacca, che non ha ancora giocato una gara a livello internazionale. La speranza è che chi è in Serie B possa arrivare in Serie A velocemente, giocare e fare gol”. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News