Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Metamorfosi Atalanta? Prima in classifica, miglior difesa e solo un gol degli attaccanti

gasperini atalanta

In poco tempo è diventata meno prolifica, ma subisce anche meno reti ed è in vetta alla Serie A

Non sappiamo ancora se in casa Atalanta sia veramente in corso un’evidente metamorfosi sul piano del gioco, ma i numeri di queste prime sette giornate dicono molto sulla DeaGasp VII.

SI PRENDONO MENO GOL. Al di là del primato in classifica, il primo dato che sorprende è quello dei gol subiti. Nelle prime sette giornate di campionato, l’Atalanta ha incassato solamente tre reti e possiede la porta meno battuta di tutta la Serie A. Napoli, Lazio e Juventus, che sono seconde in questa speciale graduatoria, hanno visto perforata la rispettiva porta in cinque occasioni.

SI SEGNA ANCHE MENO. Un cavallo di battaglia delle Atalanta di Gasperini è sempre stata la prolificità in attacco. I quasi 100 gol in campionato di qualche stagione fa sono stati un risultato straordinario ed eccezionale, però è doveroso sottolineare come i nerazzurri siano sempre stati abbondanti in termini di gol realizzati. In questa stagione invece non è proprio così, in quanto i nerazzurri hanno realizzato solamente – si fa per dire – 11 reti.

ATTACCANTI QUASI A SECCO. In ogni stagione l’Atalanta ci ha sempre abituato a vedere almeno un interprete inserire il proprio nome nel tabellino dei marcatori, mentre quest’anno, almeno in quest’avvio, ciò non si è visto. Zapata e Muriel non sono ancora andati in gol, mentre l’unico ad esser riuscito a sfondare è il giovane danese Hojlund.

LA FORZA DEL GRUPPO. Una delle qualità che questa Atalanta si porta sempre con sé è la forza del gruppo. Se gli attaccanti presentano qualche momento di difficoltà in zona gol, ecco pronte le altre soluzioni. Eccetto Koopmeiners, autore di 4 reti di cui 2 su rigore, sono andati in gol Demiral, Scalvini, Toloi, Malinovskyi e Lookman oltre al già citato Hojlund.

METAMORFOSI IN CORSO? A questa domanda è difficile dare una risposta. Gasperini e i suoi hanno affermato che queste prime giornate sono frutto di una prima fase in cui c’è ancora da assestarsi, ma poi si tornerà a pressare alti e si rivedrà la vecchia Atalanta. Non potendo osservare da vicino gli allenamenti non possiamo affermare con certezza se il tecnico stia bluffando oppure no, ma quel che è certo è che non è un dispiacere vedere questa Dea dare comunque la sensazione di una squadra unita e compatta, anche se è indubbiamente meno spettacolare. E finché starà in alto, non dispiacerà sicuramente nemmeno ai tifosi.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti