Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Quando i partenti diventano dei pilastri

Demiral, Hateboer, Muriel e Pasalic erano al passo d’addio, ma dopo l’estate sono tornati a esser colonne nell’undici di Gasperini

Dopo 10 giornate si può tranquillamente dire che l’Atalanta vola anche grazie all’apporto dei giocatori dati per tutta estate come partenti. La rivoluzione nerazzurra, infatti, doveva prevedere anche alcune partenze eccellenti con nomi pesanti come Merih Demiral, Hans Hateboer, Luis Muriel e Mario Pasalic. Le strade del mercato hanno preso, invece, direzioni alternative e tutti questi giocatori stanno avendo un ruolo fondamentale nel cammino della squadra allenata da Gian Piero Gasperini.

L’Atalanta ha (ri)scoperto un poker d’assi

Demiral, viste le continue assenze di Berat Djimsiti, Rafael Toloi e José Palomino, è diventato il punto di riferimento della difesa e sta facendo da chioccia ai giovani Caleb Okoli e Giorgio Scalvini. Pasalic ha saputo battere la concorrenza di Ederson e contro il Sassuolo è riuscito a finire anche nel tabellino dei marcatori. Hateboerè da tempo in lista di uscita ma la mancanza di offerte concrete l’ha rimesso al centro del progetto e le sue prestazioni stanno salendo di livello dopo alcuni mesi opachi. Muriel sta facendo addirittura di più: dopo un avvio di stagione circondato dalle polemiche, nelle ultime settimane ha ritrovato assist e gol riuscendo a ritagliarsi molti più minuti rispetto a quelli che forse molti si aspettavano. Come riporta la Gazzetta dello Sport, una situazione simile l’ha vissuta anche Luis Alberto con la Lazio, prossima avversaria dell’Atalanta in campionato. Intoccabile con Simone Inzaghi, per lo spagnolo le cose con Maurizio Sarri sono diventate più complicate ma nessuno si è presentato con i 25 milioni di euro richiesti dal presidente Lotito. Chissà che uno di questi giocatori non posso decidere anche la sfida di domenica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

La voce dei tifosi: a gennaio almeno 4 dovrebbero salutare

Ultimo commento: "Gran Bazar Atalanta !!! Qui si vende tutto ! Ecco la Politica di rafforzamento di Pagliuca !&"
Brescia-atalanta

Sondaggio a risposta secca: a Gasperini pieni poteri sul mercato, sì o no?

Ultimo commento: "Sembra che molti si siano dimenticati quali siano stati gli acquisti pretesi da Gasperini: Musso (dopo aver fatto fuori gollini, dato via gratis,..."

Gasperini e la rosa troppo lunga: chi deve levare le tende a gennaio?

Ultimo commento: "Boga via perché perde mille palloni e non ne recupera uno. Dannosissimo per l'Atalanta tenere un giocatore così vanifica il lavoro di costruzione..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Ma quale Gomez,questo boga corre corre e nulla più alza so' la crapa e arda doe te ndet besot"

Altro da News