Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

La volata in Eurozona prima dei Mondiali: solo la Roma segna meno

Il punto sulla corsa ai piani alti: nerazzurri quarti in classifica generale ma penultimi su sette per potenziale offensivo

Il Lecce nell’aperitivo di mercoledì e l’Inter ospite domenica a pranzo. Sapendo di dover alzare l’asticella nella produzione offensiva, ferma a 19 in 13 giornate, perché nelle prime otto della serie A solo la Roma (16) segna di meno. Tra le sette inseguitrici del Napoli, anche se a metterla così fa abbastanza ridere al cospetto dei numeri degli extraterrestri lassù, l’Atalanta nella corsa ai posti da Europa prima della lunga sosta per i Mondiali è una delle quattro concorrenti dirette alle prese con un incrocio pericoloso contro una contendente. Le altre due, oltre alle nerazzurre, sono Juventus e Lazio, attese alla sfida nel notturno festivo della quindicesima, mentre l’Udinese attualmente ottava va dai Ciucci alle soglie della mega pausa a ruota del martedì (18.30) spezzino.

LE DUE GIORNATE IN EUROZONA. Non sarà facile per i bergamaschi mantenere il quarto posto che in prospettiva varrebbe l’accesso alla prossima edizione della Champions League. Sia per l’alto grado di difficoltà della seconda partita da affrontare, visto che la Beneamata sarà affamata di punti anche qualora dovesse battere il Bologna a San Siro la sera del 9 novembre, sia per la graduatoria davvero corta nelle posizioni che contano. Da quota 29 del Milan, atteso a Cremona l’8 e a Milano dalla Fiorentina alle 18, ai 23 delle Zebrette, corrono solo due bottini pieni di differenza. Dura risalire la china per le attardate come la relativa sorpresa Salernitana e il Torino, a braccetto a 17, nonché per i viola (coi felsinei) a 16.

LA VOLATA AI PIANI ALTI. L’Aquila, a pari merito con la Dea (27) ma davanti per la classifica avulsa per il successo all’inglese a Bergamo tre turni fa, prima dei bianconeri deve accogliere il Monza, già abbastanza tranquillo a più 7 sull’area salvezza (grigiorossi e Samp sono a 6). La Roma, a 25, ha il Sassuolo in trasferta in contemporanea con la banda del Gasp e il Torino da ricevere domenica, non due impegni trascendentali. La Juve, stessa situazione, prima della voglia di rivalsa dell’ex Sarri fa la visitina del giovedì (18.30) all’Hellas Verona malinconicamente ultimo a 5. Basta un passo falso su due e ci si ritrova giù. Lo stato di salute nelle ultime 5 è variabile: le meneghine e la torinese sopraelevata hanno preso 12 punti su 15, i friulani solo 4, la Lazio 10, la Roma 9 e l’Atalanta 7. L’ennesima conferma che la continuità è una dote rara, quando non una chimera.

L’EUROZONA: CHI SEGNA E CHI NO. Il quoziente reti è importante, in questo scorcio abbondante del girone d’andata, per capire quali siano i punti di forza delle singole squadre con un minimo di ambizione e un traguardo massimo da tagliare pur senza enunciarlo chiaramente. Allegri dispone della miglior difesa del campionato, 7, e ne ha fatto nella porta altrui uno più dell’Atalanta, che col suo 19-10 è un mix di solidità nella fase difendente e di asfissia sottoporta. Mai quanto la Lupa giallorossa, quanto alla seconda voce, leggi premessa: più 4 di differenza reti uguale fatica, oltretutto col derby capitolino appena perso e inghiottito malaccio. Il Diavolo ha 27-14 e prima ritrova Maignan meglio è pure per la reputazione di Tatarusanu, la Lazio a 25-8 ha il maggior equilibrio di resa tra attacco e retroguardia nell’intera gamma, l’Inter con 25-19 denuncia problemi dietro nonostante i grossi nomi di sempre soprattutto per via di un reparto di mezzo da poco filtro e l’Udin, non più così in auge dopo essere stata soprannominata la nuova Atalanta, 21-13. Chi fa calcoli e tabelle è perduto.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

La voce dei tifosi: a gennaio almeno 4 dovrebbero salutare

Ultimo commento: "Gran Bazar Atalanta !!! Qui si vende tutto ! Ecco la Politica di rafforzamento di Pagliuca !&"
Brescia-atalanta

Sondaggio a risposta secca: a Gasperini pieni poteri sul mercato, sì o no?

Ultimo commento: "Sembra che molti si siano dimenticati quali siano stati gli acquisti pretesi da Gasperini: Musso (dopo aver fatto fuori gollini, dato via gratis,..."

Gasperini e la rosa troppo lunga: chi deve levare le tende a gennaio?

Ultimo commento: "Boga via perché perde mille palloni e non ne recupera uno. Dannosissimo per l'Atalanta tenere un giocatore così vanifica il lavoro di costruzione..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Ma quale Gomez,questo boga corre corre e nulla più alza so' la crapa e arda doe te ndet besot"

Altro da Approfondimenti