Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini: “Lecce? Rifarei tutto! Inter, ci aspetta una grande partita”

gasperini atalanta

Il tecnico dell’Atalanta ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani con l’Inter (ore 12,30)

“Nello sport, ma anche nella vita… Ci sono i cicli, la strada non è sempre nella stessa direzione. L’importante è avere visione sul traguardo, su quello che si vuole raggiungere. Ci aspetta un’altra partita di alto livello, che chiude questa prima parte di una stagione anomala con una lunghissima pausa, forse superiore a quella solita estiva. Si affronteranno due squadre a pari punti che cercheranno di finire bene questa fase”.

“Ognuno può fare le sue valutazioni, aspettiamo domani. Io faccio le mie, ma il calcio è bello perchè ognuno la pensa al suo modo. Dopo il Mondiale? Difficilmente il mercato di gennaio modificherà tantissimo, il valore delle squadre. A gennaio sarà tutta un’altra stagione, sarà tutto più difficile e complicato, la pausa all’inizio può avere distolto l’attenzione”.

“A gennaio, entrata o uscita? Non lo so, c’è molto tempo per le nostre valutazioni, la società dovrà attentamente farle. Ma per la mia esperienza il mercato di gennaio non modifica tantissimo, le squadre cercano dei piccoli accorgimenti”.

“de Roon per domani non è disponibile, mi auguro tanto che possa esserlo per il Mondiale. Mi dispiacerebbe enormemente se non riuscisse a giocare, io spero che nel giro di dieci giorni possa risolvere il piccolo problema che ha accusato”.

“I nostri nazionali? Il Mondiale è una manifestazione alla quale tutti vogliono andare, Musso sperava di rientrare nella rosa. Per il resto, abbiamo quattro giocatori sicuri di andare, vedremo Hojlund. A loro auguro che facciano una grande manifestazione”.

“Corsie esterne? Hateboer? Ne abbiamo in tanti disponibili, Maehle nelle ultime partite ha fatto indubbiamente bene ma anche gli altri. Anche la partita col Napoli è stata una bella gara, mi dispiace per Lecce dove soprattutto nel secondo tempo abbiamo fatto una brutta partita, abbiamo compromesso in due minuti la nostra prestazione, togliendoci fiducia. Potevamo fare meglio nella ripresa, ma abbiamo avuto frenesia. Nel calcio per fortuna si rigioca, in questo caso dopo tre giorni”.

“A Lecce hanno  giocato Malinovskyi, Zapata, Pasalic, Ederson, de Roon, Djimsiti, Sportiello… poi Okoli, Soppy. Se vogliamo, possiamo soffermarci su Ruggeri e Zortea, ma neanche loro hanno demeritato. Mi sembrava il momento giusto di farlo, visto qualche acciacco in difesa e le tre partite, premiare due ragazzi che da luglio si allenano con la squadra e metterli insieme. E’ stata una scelta ponderata, nel Lecce giocavano due terzini del 2000, un centravanti 2002. Noi abbiamo fatto una brutta partita compromessa dagli episodi, ma sono tutti giocatori dell’Atalanta, non sono giocatori presi al bar il giorno prima. C’è chi ha giocato in Serie A l’anno scorso. Poi si può giocare male e perdere, c’è sempre un avversario. Però, rifarei tutto, perchè era l’occasione giusta, anche chi era in panchina era predisposto a questi cambi. E’ andata male, quando accade è giusto avere delle critiche, ma non è stata una pazzia”.

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News